mobilità a domanda, quali novità

Sappiamo tutti che uno dei momenti più importanti della vita lavorativa è quello in cui si va in mobilità, che sia d’autorità o a domanda, ma spesso questo momento viene vissuto come un vero dramma. Siamo certi che dovremo occuparcene chissà quante volte in futuro, magari con strumenti migliori di quelli di oggi, che consentano una maggiore trasparenza, una più omogenea applicazione e un casistica adeguata. Oggi, quindi, ci fa semplicemente piacere comunicarvi che nella procedura GETRA 2021 (una parte importante della mobilità a domanda), proprio sulla pressione delle nostre richieste, il Comando Generale ha inserito la possibilità per i corsisti del 3° Corso di Formazione Professionale Vice Brigadieri e del 25° Corso di Qualificazione riservato ai Vice Brigadieri dell’Arma, di partecipare con il nuovo grado alle procedure di mobilità presentando una domanda presso i propri Reparti di appartenenza.

Una piccola cosa, direte voi … ma questa piccola cosa aiuterà alcuni in maniera determinante! E di questo ne siamo orgogliosi.

tutela delle Donne: interrogazione parlamentare favorita da NSC

Fin dall’anno scorso ci siamo occupati di un’ingiustizia macroscopica, quella legata alle anzianità per la partecipazione ai concorsi interni per vice brigadiere o maresciallo da parte del personale femminile. Succede, infatti, che nel conteggio dei periodi per i punteggi incrementali, l’astensione obbligatoria per congedo di maternità (tutelata legislativamente), non venga conteggiata, penalizzando in maniera particolare le mamme che, evidentemente secondo l’Arma, inopportunamente hanno partorito!!!

E’ una battaglia nella quale crediamo, quella di portare ad una vera parità di trattamento tra Donne e Uomini, e continueremo nel nostro intento fino in fondo, non solo su questo argomento, sul quale registriamo, comunque, l’interrogazione parlamentare presentata dall’On. Maurizio Cattoi (che ringraziamo per la sensibilità) al Ministro della Difesa, la n.5/05245, il cui contenuto potete leggere direttamente sul sito della Camera dei Deputati (o cliccando sul link). Per lungo tempo, a fronte di un’immagine di compiacimento, nei confronti del mondo femminile c’è una vera e propria resistenza, basta vedere come vengono impiegate le mamme al rientro dalla maternità! Ma come già scritto, per noi è solo l’inizio, anche se sappiamo che la battaglia sarà lunga e dura, ma con il vostro consenso e il sempre più consistente supporto, sapremo innovare anche in questo delicato settore!

rinnovo contrattuale: NSC vuole esserci

Non viviamo una stagione politica e sociale facile, questo è evidente a tutti, ma non per questo dobbiamo abdicare alle nostre responsabilità: la pandemia ha acuito ancor di più le carenze strutturali delle Forze di polizia e dell’Arma, evidenziando le mancate scelte del passato, le cose non portate a termine e, in particolare modo, un contratto inadeguato ai tempi ed alla mission che ci viene chiesta! Purtroppo, la mancanza di una legge (ovviamente ostata dai soliti noti) non ci consentirà una partecipazione diretta ai tavoli di confronto, già aperto in sede politica a Palazzo Vidoni (sede del Dipartimento della Funzione Pubblica), ma questo non limiterà la nostra capacità di espressione propositiva, indotta dalle tante necessità dei colleghi, che ogni giorno vedono depauperarsi il proprio stipendio senza un’adeguata corresponsione ai tanti sacrifici che sono costretti a compiere!

Lo sanno bene gli amici de il giornale.it che ci hanno chiesto una nostra valutazione su quanto sta accadendo. A fronte delle tante rivendicazioni, quella più importante ci sembra proprio la mancata convocazione da parte dei sindacati militari che, ancora una volta, dovranno vedere le Rappresentanze militari sedersi (ndr. in missione) nei banchi della Funzione Pubblica … per quanto ci riguarda, faremo pervenire al Ministro Fabiana Dadone le nostre proposte, impegnandoci fin d’ora per la giusta e rispettosa rappresentatività dei colleghi in uniforme! Se volete, leggete l’articolo cliccando sul link.

“l’Arma deve essere una casa di vetro” … NSC si prenota per la trasparenza!

Abbiamo apprezzato le parole del neo Comandante Generale Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi, che sembrerebbero andare nella direzione da noi sempre indicata e richiesta, quella cioè della trasparenza e dell’equità| Per ora, però, ci limitiamo a questi complimenti e all’augurio di buon lavoro, in attesa di vedere concretamente i fatti che necessariamente dovranno seguire i buoni propositi … E’ chiaro che l’avvento del sindacato comporterà sforzi maggiori per il Palazzo, in particolare modo per chi lo giuda, ma la nostra lealtà non mancherà mai, soprattutto quando saremo di idee contrarie … vorremmo che fosse così anche per i nostri interlocutori, che fino ad ora, in verità, ci hanno visto con il fumo negli occhi, memori della accondiscendete azione della Rappresentanza militare che, ovviamente, non può che auspicare il più a lungo possibile lo status quo! Ma non disperiamo, prima o poi ci si renderà conto che istaurare delle buone relazioni sindacali, gioverà in primo luogo al Personale e, di conseguenza, all’amministrazione!

Scarica la Newsletter in pdf e divulgala

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’ utilizzo della navigazione (cookie statistici). Noi utilizziamo direttamente cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policyl