Delibera n. 20/XII annessa al verbale n. 20 dell’11 maggio 2020 del Consiglio di Base del 3° Reggimento Carabinieri “Lombardia.

Utilizzo disinvolto della carica di Delegato Co.Ba.R. del Segretario Regionale Lombardia del Sim Carabinieri Gianluca Privitera.

Leggendo la delibera in oggetto, è emerso che il suddetto Cobar, nella sua collegialità ha deciso di produrre una delibera a difesa del proprio Comandante di Reggimento, esprimendo allo stesso una solidarietà a seguito di problemi che si sono ripercossi sul benessere e sui diritti del personale di quel Reparto. Non è la sede per entrare nel merito dei problemi veri, oggettivi ed in via di risoluzione, a causa dell’intervento di questo Sindacato, che stavano attanagliando il personale delle varie Compagnie.

Si vuole invece stigmatizzare invece, che all’interno di quel Cobar vi fa parte tale Gianluca Privitera che ha partecipato all’assemblea e alla emanazione della delibera, ove in maniera scorretta ed inaudita è stata attaccata pretestuosamente l’Associazione Sindacale denominata “Nuovo Sindacato Carabinieri” composta solo da appartenenti all’Arma dei Carabinieri e che opera in regime di natura privatistica e con autofinanziamento da parte dei propri iscritti.

Fin qui niente di trascendentale, se non fosse il fatto che il Privitera Gianluca è Segretario Regionale per la Lombardia del Sim Carabinieri, cioè altra Associazione Sindacale concorrente se non avversaria del Nuovo Sindacato Carabinieri.

Appare quindi scandaloso, vedere persone che in orario di servizio si riuniscono per deliberare solidarietà ai propri Comandanti nonché datori di lavoro per il d.lgs. 81/2008 e allo stesso tempo alcuni delegati, approfittando del “doppio cappello” quale indossa il Privitera, si impegnano ad attaccare un Sindacato (che pensa e porta avanti azioni sindacali, nell’interesse dei propri Colleghi, in trasparenza)

La cosa sarebbe di per sé paradossale, ma lascia l’amaro in bocca a tutti quei colleghi che non si capacitano che i temi che assillano il Cobar del 3° Reggimento “Lombardia” siano quelli di esprimere solidarietà al proprio comandante, dimostrando di aver perso di vista la funzione del loro mandato, che fortunatamente si sta avviando al capolinea vista l’accelerazione dei tempi di approvazione della Legge sulla Sindacalizzazione Militare.

Oramai, ultimi colpi di coda verso una ingloriosa fine, ultimi rigurgiti di un sistema che ormai è solo foglia di fico e non compie la funzione costruttiva di miglioramento della nostra Istituzione, venendo meno al compito di tutela del personale e di supporto per risolvere le vere criticità.

Chiediamo quindi al Comandante Generale di intervenire immediatamente per porre fine a questo uso disinvolto della carica di delegati Cobar per portare in maniera scorretta e illegittima, acqua al proprio mulino sindacale e attaccare le Associazioni Sindacali, utilizzando la loro funzione nella Rappresentanza Militare e durante l’orario di servizio.

Certi di un intervento di codesto Comando Generale, diretto alla risoluzione di anomalie del genere che si spera non debbano più accadere, si porgono cordiali saluti.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’ utilizzo della navigazione (cookie statistici). Noi utilizziamo direttamente cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policyl