Diritti costituzionali basilari. Assenza programmazione licenze. Riposi settimanali attribuiti d’ufficio.

Dopo che nel mese di marzo la Segreteria Regionale Lombardia di questo Sindacato, si era occupata di alcuni problemi all’interno del 3° Reggimento Carabinieri “Lombardia” di Milano sull’incomprensibile divieto di utilizzare i dispositivi di protezione individuale disposto per iscritto in una sorta di “vademecum”, questa Segreteria Nazionale deve nuovamente occuparsi di problematiche che creano tensioni e malumore in quel Reparto, a malincuore e con dispiacere, atteso che in questo periodo di pandemia nel quale il personale del suddetto Reggimento ha dato prova di abnegazione e spirito di sacrificio operando nelle “zone rosse” fin dall’inizio, sicuramente avrebbe bisogno di un miglior trattamento. In particolare, pare che alla Compagnia Intervento Operativo e in particolare per il personale addetto alle S.O.S. (Squadre Operative Supporto) accada che:

  • Non sia stata predisposta una pianificazione delle licenze per tutto l’anno solare, come previsto dal paragrafo 9 lettera c. della Pubblicazione C-14 “Compendio normativo in materia di congedi, licenze e permessi”, che andrebbe effettuata al 31 dicembre dell’anno precedente per l’anno successivo, tenendo quindi il personale in un limbo di incertezza per poter accedere alla fruizione della licenza al fine di ritemprare le energie psicofisiche;

  • Mentre fino alla fine di febbraio, il personale conosceva la programmazione mensile dei servizi S.O.S. anche fuori sede, in maniera da tale da poter far organizzare anche la vita privata del personale interessato, tutto ad un tratto e fino alla data odierna, inspiegabilmente il personale viene tenuto all’oscuro di tutto da parte dell’Ufficiale Addetto alle S.O.S., il quale comunica solo giorno per giorno ed in particolare il giorno prima per il giorno successivo l’impiego del personale, Tale atteggiamento è ancora più inspiegabile a fronte di un impiego mensile già pianificato e disposto dal Comando Generale che non necessita quindi come per altri reparti, dell’attesa dell’Ordinanza giornaliera della Questura;

A fattor comune anche con il personale della 1^ Compagnia viene segnalato che:

  • I riposi settimanali che sono stati accumulati dal personale a causa dell’elevato impiego dei mesi scorsi, vengono spesso attribuiti “d’ufficio” in maniera indiscriminata senza un minimo di programmazione come previsto dalla circolare n. 90/277-1962 datata 30 aprile 2015;

All’interno della 1^ Compagnia viene segnalato invece un fenomeno che è palesemente in contrasto con la necessità e l’esigenza di “diradamento” del personale all’interno delle grosse comunità nonché attenuare il fenomeno del “pendolarismo”, come disposto dal Comando Generale nei vari pacchetti di ordini. Pare che vengano comandate aliquote di personale “a disposizione” all’interno della caserma, che non pare rispondere a reali esigenze di Pronto Impiego della Questura mentre invece le “dispense dal servizio”, a differenza di altri reparti d’Italia dove lo strumento è stato attuato e si è rivelato efficiente, sono veramente ridotte all’osso.

Viene ulteriormente rappresentato una mancanza di pianificazione delle licenze per il personale che oramai da molto tempo è rimasto bloccato in Caserma e che non vede le famiglie da qualche mese poiché dislocate in altre regioni nell’imminenza di un aumento della circolazione extraregione.

Una cosa che comunque è percepita dal personale di ogni Compagnia è l’asserita mancanza di comunicazione e dialogo da parte della scala gerarchica all’interno di alcune Compagnie del 3° Reggimento “Lombardia”, le cui motivazioni non sono note a questa Organizzazione Sindacale, ma sicuramente sono in contrasto con le circolari del Comando Generale che parlano di “Capacità di ascolto del superiore”.

Rimanendo a disposizione per qualsiasi confronto, e certi di un efficace intervento presso quel Comando di Corpo, si porgono cordiali saluti.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’ utilizzo della navigazione (cookie statistici). Noi utilizziamo direttamente cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policyl