VITTO GRATIS PER TUTTI I CARABINIERI CHE ABITANO IN CASERMA E TRA UN SERVIZIO E L’ALTRO SONO COSTRETTI A RIMANERE RECLUSI IN CASERMA SENZA POTER RAGGIUNGERE LE PROPRIE FAMIGLIE E I PROPRI AFFETTI.

Il Nuovo Sindacato Carabinieri evidenzia un grave problema che sta interessando migliaia di Carabinieri di ogni ordine e grado senza distinzione tra militari in ferma o servizio permanente che sono accasermati. Questi colleghi vivono in condizioni alloggiative sprovviste delle facilitazioni indispensabili alle lunghe permanenze e non idonee a garantire l’adeguata cornice di sicurezza prevista dalle attuali disposizioni di urgenza.

Difatti” – Evidenzia il Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri Massimiliano Zetti, – “i colleghi accasermati abitano in alloggi collettivi (cosiddette camerate) talvolta prive di servizi igienici ad uso esclusivo ma solo in comune e mai dotate di cucinotti o quanto occorra per alimentarsi e poter vivere decentemente“.

Prosegue Zetti  “I D.P.C.M. dell’8, 9, 11 e 22 marzo hanno stabilito misure urgenti finalizzate a contrastare la diffusione sull’intero territorio nazionale del Coronavirus. Tali limitazioni si sono riflesse anche nei confronti dei Carabinieri che abitano in caserma, ai quali viene negato la concessione delle licenze per raggiungere i loro affetti che abitano fuori provincia e spesso fuori regione costringendo tantissimi colleghi a soggiornare in caserma . Abbiamo contezza di nuclei familiari separati da settimane e ancora non si sa per quanto dovranno stringere i denti poiché non si vede la luce in fondo al tunnel.

Conclude Zetti: “Questo Sindacato quindi, al fine di alleviare la reclusione forzata degli accasermati, chiede urgentemente al Comando Generale di disporre e far applicare a tutti i Comandanti di Corpo di Italia, la norma prevista dall’art. 485 comma 4° del D.P.R. 15 marzo 2010, n. 90 (TUROM) il quale prevede che “Il trattamento alimentare GRATUITO a carico dell’Amministrazione della difesa, sia per i pasti dei giorni feriali, sia per quelli dei giorni festivi, compete anche al personale che sia accasermato nell’esclusivo interesse dell’Amministrazione o comunque sia tenuto a non allontanarsi dagli apprestamenti militari per consumare i pasti.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’ utilizzo della navigazione (cookie statistici). Noi utilizziamo direttamente cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policyl